Nuova Legge Regionale TIROCINI Extracurriculari, in vigore dal 01/07/2019

La nuova normativa sui tirocini, legge regionale n.1 del 04/03/2019, entrerà in vigore dal 01/07/2019.
Quali sono le novità?

  1. Viene abolita la distinzione tra tirocini di formazione/orientamento e di inserimento/reinserimento la nuova durata massima è di sei mesi, la durata minima è di due mesi, mentre nel caso di tirocini stagionali, la durata minima corrisponde ad un mese.
  2. Nella quota di contingentamento del soggetto ospitante vengono compresi, oltre ai dipendenti a tempo indeterminato, anche quelli a tempo determinato (purché la data di inizio e quella di scadenza del contratto siano rispettivamente anteriore e posteriore rispetto alle date di inizio e fine del tirocinio), rimangono esclusi gli apprendisti.
    In più, il criterio di premialità, consente alle aziende di ospitare un ulteriore tirocinante per ogni tirocinante assunto, fino ad un massimo di quattro. (Tirocinanti assunti dal 01/07/19, con contratto di almeno 6 mesi).
  3. La parte più innovativa è quella sulla «procedura di autorizzazione e verifica regionale e qualificazione dei tirocini» che la Regione ha introdotto per effettuare controlli sui tirocini ancora prima del loro avvio e monitorare contro gli abusi attraverso la creazione di un solido impianto sanzionatorio.
    In pratica, il tirocinio è attivabile soltanto una volta che i soggetti abbiano provveduto a inviare la convenzione e il progetto formativo all’Agenzia regionale per il Lavoro, che li verifica in dieci giorni. In alternativa i soggetti, con espressa richiesta attraverso il sistema informativo, possono rinunciare alla facoltà di successiva modifica dei contenuti della documentazione presentata che permette di apportare modifiche entro 5 giorni dall’avvio (richiesta di istruttoria immediata) così che l’Agenzia regionale per il Lavoro, li verifica in 3gg.

Di seguito il link alla legge regionale completa: Legge Regionale 1/2019