APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE IN EMILIA ROMAGNA: Al via il Nuovo Catalogo Regionale

Dal 23 novembre 2016 sarà attivo – a favore dei lavoratori assunti in un’impresa presso la sede legale o unità operativa sita in Emilia Romagna con contratto di apprendistato professionalizzante – il Nuovo Catalogo Regionale.

Le novità del nuovo catalogo sono molteplici:

Obbligatorietà dell’offerta regionale

La delibera regionale 1199/2016 Par. 1.1 conferma l’obbligazione sorta all’atto dell’assunzione di un apprendista ad avvalersi esclusivamente del Catalogo Regionale dell’Emilia Romagna

Durata della Formazione di Base e Trasversale

La durata complessiva dell’offerta formativa regionale, riferita all’intero periodo di apprendistato, è pari a:

  • 120 ore se l’apprendista è privo di titolo o se è in possesso di licenza elementare e/o della sola licenza di scuola secondaria di primo grado;
  • 80 ore se l’apprendista è in possesso di titolo di scuola secondaria di secondo grado (qualifica/diploma professionale o diploma di istruzione secondaria superiore);
  • 40 ore se l’apprendista è in possesso del titolo di laurea o di titoli superiori.

Contenuti dell’offerta formativa Regionale

Riprendendo le linee guida dell’accordo stato regioni del 20 febbraio 2014 l’offerta formativa regionale si organizzerà in:

  • Adozione di comportamenti sicuri sul luogo di lavoro costituito dalla Formazione alla “sicurezza sul lavoro” così come disciplinata dall’Accordo
  • Formazione Trasversale con focus su Organizzazione e qualità aziendale; Relazione e comunicazione nell’ambito lavorativo; Diritti e doveri del lavoratore e dell’impresa, legislazione del lavoro, contrattazione collettiva; Competenza digitale; Competenze sociali e civiche; Spirito di iniziativa e imprenditorialità
  • Elementi di base della professione/mestiere: formazione di area professionale, finalizzata a fornire o approfondire competenze di un’area professionale del Sistema Regionale delle Qualifiche

 

Ciascuna annualità formativa si comporrà di contenuti formativi di area professionale, per una quota di almeno il 50% dell’obbligazione formativa, al netto della quota oraria di sicurezza prevista per la prima (formazione neo-assunti) e per la terza (aggiornamento) annualità, nonchè da contenuti di formazione trasversale aggiuntivi.

Riconoscimento dei crediti formativi

Nel caso in cui l’apprendista possa far valere crediti formativi sulla sicurezza sul lavoro, le ore di formazione sulla sicurezza dovranno essere sostituite da contenuti afferenti l’area professionale e la formazione trasversale.

Agli apprendisti assunti a far data dal 01/10/2015 che fruiranno dell’offerta formativa del nuovo Catalogo regionale e che in precedenti rapporti di apprendistato professionalizzante hanno già fruito di percorsi formativi completi, la Regione riconoscerà come credito le annualità di formazione effettuate a valere sul catalogo regionale dell’offerta formativa di base e trasversale.